metti che un giorno il Sindaco

Da quando la disabilità è entrata in famiglia ogni volta che viene eletto un nuovo sindaco lo invito a fare un breve giro su una sedia a rotelle per sperimentare di persona le difficoltà di muoversi tra rampe inesistenti, buche, traffico, rischi di ribaltamento, e quindi capire come e dove intervenire.
Nessuno ha mai aderito, sicuramente per il tempo assorbito da incombenze più urgenti e importanti.
Ma si può rimediare: ho provato a documentare con un fotovideo cosa incontrerebbe il Sindaco se un giorno volesse provare a raggiungere su una sedia a rotelle Palazzo Barbieri partendo dal suo studio di avvocato.
È anche un invito a tutti a guardare bene dove mettono i piedi, segnalare, aiutare a diffondere: una città poco accessibile non crea disagi solo ai disabili ma a chiunque abbia problemi a muoversi, temporanei o definitivi che siano.

137 letture

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *